Bancomat

Il termine bancomat è utilizzato comunemente per indicare la carta di debito collegata a un conto corrente. Il termine è un marchio registrato di proprietà dell'omonimo consorzio.

Le carte bancomat possono essere usate per il prelievo dei contanti presso gli sportelli automatici, per ricaricare utenze telefoniche o carte di debito, per il pagamento di prodotti e servizi presso i punti vendita dotati di sistema POS e per altre attività. Mentre i pagamenti di denaro sono esenti da commissioni per il cliente, i prelievi di contante sono in genere gratuiti se effettuati in uno degli sportelli automatici del gruppo bancario presso il quale è stato aperto il proprio conto, mentre sono soggetti a commissioni se effettuati presso altri sportelli bancari e all'estero. Le banche possono prevedere inoltre delle commissioni per le operazioni di ricarica e per le altre operazioni che i correntisti possono svolgere utilizzando la propria carta.

La disponibilità di una rete di sportelli automatici disponibili 24 ore su 24 permette a chi è dotato di questo tipo di carta di ritirare contanti dal proprio conto in maniera flessibile e senza vincoli di tempo. Le carte possono essere emesse dalle banche e dalle società finanziarie autorizzate che aderiscono al consorzio e possono essere usate in tutti i punti vendita convenzionati con il circuito PagoBancomat. La praticità e la semplicità d'uso delle carte hanno decretato il rapido successo di questo strumento, praticamente indispensabile per i correntisti che desiderano poter gestire personalmente i propri pagamenti e i prelievi di contante, senza doversi rivolgere necessariamente a un impiegato bancario allo sportello.